1998 - 1999 progetto e D.L. costruzione palazzetto dello sport Verano

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
La zona destinata ad impianti sportivi, inizialmente prevista in Consorzio con il Comune di Carate Brianza, e seguito della non attuazione di tale Ente é rimasta divisa territorialmente. Nel frattempo il Comune di Verano Brianza ha provveduto alla realizzazione di una serie di impianti, la pista non era terminata, sebbene é servita come supporto minimo per garantire alcune attività sportive ad un esercizio limitato. E' stato rivisto quindi un piano generale per determinare o quantomeno indirizzare l'organizzazione delle strutture sportive. Senza prevedere megastrutture od impianti che a causa del loro bacino d'utenza sovraccomunale risulterebbero costose e nel caso del solo utilizzo dei Veranesi certamente sovradimensionate, si é proceduto ad una scelta di attività e relativi campi da gioco funzionali alle esigenze esistenti. Sono quindi state previste due tranches d'intervento: - fase minima limitabile territorialmente alla parte di terreno già utilizzata che, con una serie di ulteriori attrezzature, consentirebbe già un ottimale assolvimento alle richieste sportive (il palazzetto, attualmente realizzato); - fase di saturazione in cui si prevede di ricomprendere anche l'altra area verso la via Petrarca con soluzioni relativamente agli impianti sportivi veri e propri e con previsione di eventuale adattamento per realizzazione di copertura dei campi stessi. I due lotti sono stati completamente terminati nelle due tranches previste; il primo lotto riguarda l'edificazione del palazzetto con gradonate esterne per oltre 300 posti destinati all'esterno campo di calcio regolamentare e nella palestra altrettanti posti a sedere per il pubblico. La realizzazione dell'area a parcheggio, ipotizzata assieme al primo lotto potrà benissimo essere funzionale anche al confinante centro sportivo di Carate Brianza sebbene disgiunta e funzionare a sé stante. Per quanto concerne il centro sportivo di Carate Brianza si è provveduto invece con ulteriori progetti, eseguiti quasi nel contempo, e realizzanti: spogliatoi con club house e piccolo bar, campi da tennis esterni, rifacimento del campo di calcio che già aveva struttura gradonata per il pubblico, bocciodromo regolamentare oltre al ridisegno di tutti gli ingressi, accessi, recinzioni ed aree esterne. Il nucleo primario di tutta la zona é chiaramente l'edificio polifunzionale che così come proposto garantisce sia un servizio diverso agli utenti con possibilità di utilizzo anche a livello extrasportivo (salone e bar) oltre che determinare quel centro di interesse sociale per l'utenza sportiva stessa. Formalmente si è previsto un disegno degli impianti e degli spazi che vada costruttivamente ad organizzarsi sull'asse di soleggiamento ideale nord-sud (quello dei campi esistenti) con accorgimenti di contrasto o di adeguamento alla morfologia dell'area e dei suoi contorni. Il secondo lotto è stato realizzato successivamente con inserimento di campo di allenamento, campo di pallamano esterno, tennis e percorso vita con aree attrezzate. Intento principale del progetto del palazzetto al centro sportivo di Verano B.za è stato individuato nella necessità di ridurre o comunque diminuire l’impatto della struttura destinata a palestra, solitamente (ridotta a forma di “scatolone”) senza artefici formali di dubbio valore ma di certo costo. Ciò al fine di ottenere il miglior risultato progettuale sia a livello di “costruzione dell’edificio”, sia a livello di inserimento ambientale, tenendo in considerazione che l’edificazione al contorno per quanto concerne il territorio limitrofo di Carate B.za è, come già detto, altrettanto destinato ad uso sportivo. Si è quindi optato per una scelta di materiali “semplici” per rendere contemporaneamente “tradizionali” e “ nobili” sia i manufatti utilizzati sia le tecnologie assunte per la costruzione del “palazzetto sportivo” riqualificando cemento colorato e intonaco e usando queste finiture nel loro insieme accompagnati ad una rispondenza con forme e funzioni: - cemento colore naturale per il prefabbricato a palestra in cui solo la necessaria rigatura tra lastre è unico segno; - intonaco colore rosso per le parti più rappresentative e socializzanti nonché per il blocco a servizi e tecnologico, trasformando questi edifici in zoccolo da cui emerge la palestra palazzetto; - cemento a vista, strutture e copertura in metallo, per la tribuna esterna, in cui il solo segno determinante è la ripartizione e l’ombra creata sulle gradonate; - a corollario, metallo e vetro per serramenti, grigliati in ferro per i ponticelli delle uscite di sicurezza. All’interno gli ambienti si qualificano diversamente e prendono più tono per quegli aspetti di familiarità con l’uso dello spazio stesso; la struttura lamellare ed il rivestimento (adatti per migliorarne l’acustica) all’interno dello spazio gioco; portici e cortiletti attorno al bar per permettere un utilizzo a piccoli gruppi di utenti, nonché spazi più aperti per maggior affluenza di pubblico. Tutto per consentire maggior interesse sociale a tutta la popolazione che può così servirsi degli edifici anche per scopi extra sportivi e consentire comunque quelle possibilità di fruizione dell’intero complesso per un tempo più pieno. Il dimensionamento dell’impianto è stato calibrato in funzione di una valutazione effettiva di costi/utilizzi che ha portato a soddisfare quelle attività agonistiche tipiche ed attuali del territorio senza comunque escludere possibilità di utilizzo per gare regionali e sport specialistici. La zona gioco è quindi atta a manifestazioni di discipline sportive tradizionali al coperto: calcetto, pallavolo, pallacanestro, tennis etc.. La gradonata interna consente una seduta per n°330 persone. Il bar oltre ad un funzionamento autonomo diviene punto di ritrovo per nuovi momenti di socializzazione legati all’attività sportiva o di gioco e rivitalizza tutta l’area e relativi impianti sportivi. I tre volumi (palazzetto/palestra, blocco bar/servizi, tribuna esterna per il campo di calcio) si organizzano tra loro in modo da costituire un unicum edificato ma contemporaneamente per ripartire gli spazi esterni e le funzionalità implicite degli edifici rispetto alle zone a cui sono destinate. In particolare la palazzina è collegata agli spogliatoi da ampio portico usabile anche come dehors, è su due piani con al piano terra il bar, deposito(con accesso anche dall’esterno) e servizi igienici. Al piano primo si trovano le salette per le associazioni con disimpegno e servizi igienici. Nella sala per l’attività sportiva, sotto le gradonate, sono sistemati i servizi igienici per il pubblico e l’ingresso, che avviene tramite un collegamento aperto, distribuisce il pubblico anche alle tribune per il campo di calcio sotto le quali, come per la palestra, vi sono i servizi igienici per il pubblico. All’inizio dei vani sotto tribune si trova la biglietteria che consente un idoneo smistamento sia in entrata che in uscita, nonché un corretto controllo e rapido deflusso del pubblico. Il rispetto delle norme relative agli impianti sportivi, ASL, ARPA, VV.FF. e commissione Pubblico Spettacolo ha consentito di ottenere i relativi benestari ed abilitazioni per le strutture realizzate sia per quanto riguarda l'elevato numero degli utenti previsti sia per quanto riguarda i materiali (legno lamellare, etc.) utilizzati.
Progettisti: ARCH. DIEGO TOLUZZO, ARCH. M. L. MAGGIONI,
ARCH. G. LONGONI, ARCH. G. RADAELLI
Periodo di realizzazione: 1998 - 1999
Committente: COMUNE DI VERANO BRIANZA
Stralcio dell'articolo pubblicato sulla rivista T SPORT n.236 del marzo-aprile 2004
LEGENDA
1 palestra
2 spogliatoio atleti
3 spogliatoio arbitri
4 infermeria
5 deposito
6 centrale termica
7 locale condizionamento
8 bar
9 servizi igienici
10 addetto bar
11 deposito bar
12 spazio aperto
13 biglietteria
14 a disposizione
15 gradonata esterna
16 gradonata interna
17 spazio disabili
18 locale associazioni

Questo sito utilizza cookie, propri e di terze parti, per offrire una migliore esperienza e sicurezza di navigazione. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, attraverso lo scroll del video o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Per maggiori informazioni clicca qui.

Accetto l'utilizzo dei cookies da questo sito